News

il Paese

Col toponimo San Mauro Cilento oggi si indicano due agglomerati di abitazioni, di modesta grandezza, denominati: Casalsoprano e Casalsottano; essi sorgono sulle pendici Sud-Ovest del Monte Stella e si protendono verso il mare.
Il territorio del comune abbraccia un’area in cui sono ben rappresentati la montagna, la collina ed una piccola fascia costiera: Marina di Mezzatorre Il paese deriva il nome dal suo patrono: Sanctus Maurus.
La tradizione narra che il primo nucleo abitativo si sia stanziato intorno ad un monastero benedettino. Il centro abitato conserva in parte l’antico aspetto:vicoletti stretti e lastricati con pietra locale, chiesette, palazzi gentilizi.
In particolare, degno di nota è Palazzo Paleologo. Secondo le fonti storiche, verso la metà del XV secolo, alcuni nobili greci di Costantinopoli si rifugiarono a San Mauro, a seguito della distruzione della loro città avvenuta nel 1453 ad opera di Maometto II. Tra costoro pare ci fosse un membro della famiglia reale dei Paleologi, un tale Rogerio, figlio naturale di Tommaso Paleologo, fratello dell’Imperatore Costantino XI.
La montagna è ricoperta di boschi di castagno ed è munita di un’area attrezzata per organizzare pic-nic o trascorrere del tempo all’aria aperta. Infatti, per la sua peculiare posizione geografica, San Mauro è in grado di collegarvi, in pochi minuti (5 km) sia con lo splendido mare di Acciaroli (Pollica), più volte bandiera blu per le acque cristalline, sia con la montagna per escursioni e passeggiate.
Il paese basa la sua economia sull’agricoltura ed è rinomato per la produzione locale di vino, olio extravergine d’oliva e fichi.

San Mauro è stato di recente scelto dal regista Mario Martone per girare numerose scene del suo film: “Noi Credevamo”.

Joomla Templates by Joomla51.com